Vedi profilo

Design, parole e diritto - le date del mio corso e piloti di aereo

Design, parole e diritto - le date del mio corso e piloti di aereo
di Avv. Giorgio Trono  • Newsletter #20 • Visualizza online
Nel mio corso sul legal design non ti insegnerò a pilotare un aereo ma ti spiegherò perché è importante capire cosa avviene in una cabina di pilotaggio.

Volare senza vedere fuori
Il 24 settembre 1929 una fitta nebbia avvolgeva la base aerea Mitchel, vicino New York. Il pilota Jimmy Doolittle pensò ci fossero le condizioni ideali per provare a fare ciò che nessuno prima di lui era riuscito a fare: volare alla cieca, con il solo aiuto della radio e della strumentazione di bordo. Quel giorno ci riuscì non una ma due volte: per il secondo volo, una volta diradata la nebbia, aveva fatto ricoprire la cabina con tavole di legno in modo da non poter vedere fuori. Il mondo della aviazione non sarebbe più stato lo stesso: finalmente si sarebbe potuto volare anche in condizioni atmosferiche avverse.
Volare alla cieca (con il secondo pilota presente dietro in caso di emergenza)
Volare alla cieca (con il secondo pilota presente dietro in caso di emergenza)
Cosa avviene in cabina
Circa 70 anni dopo, lo scienziato cognitivo Ed Hutchins studiò il modo di agire dei piloti, dal decollo all'atterraggio, ed il loro modo di processare le tantissime informazioni che devono analizzare per guidare con successo l'aereo. 
Hutchins osservò che né il pilota né gli strumenti di bordo costituiscono parti a sé stanti, ma, da un punto di vista cognitivo, devono essere considerati parti di un sistema che include anche il copilota, il personale della torre di controllo, l'ambiente interno ed esterno alla cabina di pilotaggio: tutti elementi che, insieme, formano un sistema cognitivo distribuito. 
I dettagli e l'insieme
Non focalizzarsi su un solo elemento ma osservare dall'alto l'intero sistema, è questo l'insegnamento: per rendere comprensibile una informazione è fondamentale prendere in considerazione tutti gli elementi che possono essere utili a trasmettere quella informazione, il modo in cui sono o possono essere connessi tra loro, il contesto entro cui operano questi elementi e deve esser fornita l'informazione. 
Progettare una informativa privacy non significa rielaborare un documento curando font, colore e impaginazione. È molto di più che guardare al documento come se fosse un monolite: è analizzare i canali attraverso cui viene fornita, individuare le informazioni più rilevanti per chi la fornisce e chi la deve leggere, studiare il modo in cui queste specifiche informazioni possano essere veicolate (ad esempio, anche con un popup che si apre mentre si compila un form?); significa curare i testi di richiesta del consenso al trattamento dei dati, la sostenibilità nel tempo della informativa progettata (posso pure creare una informativa bella come un quadro di Monet, ma poi il mio cliente sarà in grado di metterci mano da solo quando dovrà modificarla?). 
Legal design è quindi un continuo zoom in e out: fare attenzione ai dettagli senza mai perdere di vista l'insieme.
Iura Design
È ciò che facciamo in Iura Design, lo studio di legal design e scrittura inclusiva che ho creato con Anna, Maurizio e Viviana: grazie alle eterogenee competenze di legale, business writer, grafico e ux designer possiamo fare attenzione a ciascuno dei molteplici aspetti che vengono in gioco.
Il mio corso sul legal design: le date!
Conoscere il modo in cui noi esseri umani percepiamo ed elaboriamo le informazioni esterne è il primo indispensabile passo per progettare informazioni legali comprensibili. 
Ed è il primo argomento che affronto anche nella terza edizione del mio corso sul legal design: sarà su Zoom il 29 e il 31 marzo 2022, ore 14 - 18.
Le iscrizioni si chiudono il 16 marzo. 
Massimo 12 partecipanti (in questo momento rimangono disponibili 9 posti).
Nel link sotto trovi tutti i dettagli e anche il parere di chi ha partecipato alle precedenti edizioni.
Corso di legal design - Terza edizione » Avvocato Giorgio Trono
Il mio canale Telegram
Sul mio canale Telegram parlo di legal design e scrittura giuridica. Puoi iscriverti a partire da qui https://t.me/designediritto
Ti piace questa newsletter?
Avv. Giorgio Trono

Progettare documenti e servizi legali seguendo i principi dello human centered design: le mie riflessioni sul legal design e sulla scrittura giuridica.

Informativa privacy: https://www.giorgiotrono.it/privacy/

Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Avv. Giorgio Trono con Revue.