Vedi profilo

Design, parole e diritto - Newsletter #21

Design, parole e diritto - Newsletter #21
di Avv. Giorgio Trono  • Newsletter #21 • Visualizza online

Una pec per la Questura
Chi arriva dall'Ucraina a Milano e vuole richiedere il permesso di soggiorno temporaneo deve prima di tutto prendere appuntamento con la Questura. Come? Mandando una pec. 
Una peeeeccccc????
Una peeeeccccc????
Giuristi come se piovesse
Che formazione hanno in prevalenza coloro che lavorano al Ministero dei trasporti (ora chiamato Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili)?
Sono ingegneri o comunque tecnici, come ci si aspetterebbe?
Sbagliato: i due terzi sono laureati in giurisprudenza.
Visto, considerato, atteso che
Visto, considerato, atteso che
Strategie non convegni!
Il ministero della Giustizia inglese ha appena annunciato il suo piano di strategia digitale per i prossimi 3 anni. Quale il suo obiettivo principale? “Changing the user experience of justice - simpler, faster & better for everyone”. E nel perseguirlo sarà “driven by data” e “led by users”.
Tre passi verso un possibile futuro
Tre notizie che servono a farci capire dove siamo e dove potremmo arrivare in Italia nella gestione della pubblica amministrazione e nel fornire servizi pubblici, a guardare con aspetto critico il presente e a immaginare un futuro possibile.
Secondo il ministro Cingolani nella pubblica amministrazione “il vero problema è che abbiamo fatto crescere in maniera ipertrofica la natura leguleia del nostro approccio. Noi pensiamo a fare appalti perfetti, carte perfette, poi nessuna va a vedere se la cosa funziona. Noi viviamo in un paese che tende a fare molto controllo ex ante e poco controllo ex post. Non c'è mai un track record del risultato”.
Non a caso rischiamo di non sfruttare i tanti soldi del PNRR: non ci sono le competenze necessarie per presentare e gestire i progetti e la PA sta ricorrendo a piani straordinari di assunzione di tecnici.
Non più (solo) concorsi per laureati in giurisprudenza, dunque. Questa è una strada.
Un'altra è quella di formare giuristi che abbiano nuove competenze e siano capaci di risolvere un problema grazie a nuovi strumenti e non solo con un “approccio leguleio”: ormai il legal design è insegnato in diverse università americane (vedi anche la pillola che ti propongo più avanti) e nord europee. Quando in Italia? 
p.s. I designer e gli informatici del Ministero della Giustizia inglese hanno creato un modulo online che può essere adottato da tutte le pubbliche amministrazioni e adattato alle più varie esigenze.
Oltre la pec c'è di più.
PILLOLE
  1. Alla d.school di Stanford, Margaret Hagan terrà un corso di civic design (per la serie: andiamo oltre la superficie delle informative privacy con le icone e pensiamo all'impatto sociale che può avere il legal design)
  2. Alla facoltà di Giurisprudenza di Bari hanno preso coscienza che i giuristi scrivono male perché nessuno ha mai insegnato loro a scrivere di diritto ed organizzeranno un corso apposito: ottima notizia. Il prossimo passo, magari, sarà NON chiamarlo “corso di scrittura giuridica: tecnica, stile e ragionamento nel sincretismo interdisciplinare”.
Il mio canale Telegram
Sul mio canale Telegram parlo di legal design e scrittura giuridica. Puoi iscriverti a partire da qui https://t.me/designediritto
Ti piace questa newsletter?
Avv. Giorgio Trono

Progettare documenti e servizi legali seguendo i principi dello human centered design: le mie riflessioni sul legal design e sulla scrittura giuridica.

Informativa privacy: https://www.giorgiotrono.it/privacy/

Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Avv. Giorgio Trono con Revue.